41° New York City Marathon - 20° Posto Assoluto - 1° Europeo

41° New York City Marathon - 20° Posto Assoluto - 1° Europeo
Un Sogno Ad Occhi Aperti...

domenica 30 agosto 2009

Corriavis a Castell'Umberto 2009, Donare il massimo impegno

Martedì 25 Agosto.

Ultimo impegno importante per questo mese ormai andato e oltretutto di cartello data l'importanza rivestita dall'evento.

Differita RAI Sport Più in prima serata sabato 29 alle ore 20:15 con immagini "cinematografiche" con originali riprese dalla moto e la presenza mia e dei miei amici di tante battaglie ripresi e citati più volte.
Un cast di partecipanti da grande evento con stranieri di prim'ordine e i migliori siciliani ai vertici anche in Italia.
Del resto un grande atleta dal recente passato illustre come Massimo Vincenzo Modica ha scelto accuratamente tutti noi quindi il successo, come gli anni passati, è stato confermato.
Massimo non ha potuto correre con noi, ha un problema fisico che per ora lo limita negli allenamenti; ma ci tiene a tornare al più presto a ruggire come lui sa fare.

Castell'Umberto (ME), si colloca sopra Capo d'Orlando (ME): bisogna fare qualche Km di strada in salita per raggiungerlo, direzione Naso (ME), ma ne vale la pena visitarlo e andare a vedere la corsa perchè la collocazione dell'evento sportivo si fonde con le iniziative di sensibilizzazione sociale (donare il sangue è sempre importante) e di festa del paese.

Le premesse c'erano tutte, io non del tutto.
Giunti in piazza, notavo con piacere che qualche linea in meno nella colonnina di mercurio c'era e ne beneficiavo. La minore umidità la sentivo già sulla pelle che meno soffriva il caldo delle ultime settimane.
Purtroppo gli allenamenti procedono a stento nonostante la mia caparbietà nell'affrontarli, ma di questo ne parlerò in un post dedicato.
Tentativi falliti di lavori non solo ti lasciano perplesso ma ti tagliano a metà le gambe.
...Meglio pensare alla corsa!

Il percorso è tra i più impervi del Tour Estivo: un giro da meno di 1K che inizia con una discesa lunga e progressiva che regala nella seconda parte del corto tracciato un muro lungo e pendente da affrontare in forte spinta dopo l'ultima lunga discesa, un lungo tratto di leggera e usurante salita, un centinaio di metri di discesa riposante per poi affrontare l'ultima avversità rappresentata da una breve ma durissima salita, la più impegnativa del percorso.
Pochi metri avanti e si conclude il giro.
Mettiamo in conto che durante la gara una motocicletta dell'organizzazione si è fermata proprio in quest'ultimo tratto :-P

Alla momento della presentazione degli atleti, avvenuta nel tardo pomeriggio, lo speaker Giuseppe Marcellino (celebre commentatore, esperto di atletica a tal punto da commentare le telecronache per Raisport Più della Sicilia) annuncia i papabili protagonisti.
Il primo ad essere annunciato sono proprio io.
Sempre presentato come maratoneta, è un appellativo che mi rende onore, ma resto incerto dopo i trascorsi in pista di maggiore successo.
I personaggi con cui dovevo lottare non certo potevano essere gli stranieri, ma il sempre combattivo Francesco (specie quando i percorsi sono mossi), Bennici e Marco Calderone, di passaggio nella Sua Sicilia.
Poco prima della partenza la breve raccomandazione di Modica: "Non pensare alla Maratona per stasera" mi tiene maggiormente sulle corde.

Così allo sparo mi trovo in testa, davanti, per poco.
Diversamente dagli altri anni, il ritmo è altissimo sin dai primi metri e gli africani dettano la loro legge. Avanti si forma subito un terzetto formato da Dereje Tadesse Girma (ETH), Nelson Dokita Olempayei (KEN) e Hamad Bibi (MAR).

Dietro il principale inseguitore nei primi 2 giri è Bennici che dopo poco riesco a raggiungere.
Con me, si accoderanno Duca e Calderone; Bennici si staccherà dopo poco tempo. Giornata storta per lui.
Il terzetto che si crea in realtà è un quartetto con un Philimon Metto Kipkering costantemente dietro il gruppetto a sfruttarne comodamente l'iniziativa. Per tutta la gara la sua tattica è stata semplicemente di restare dietro il più forte di noi per poi operare l'allungo finale (come puntualmente ha fatto).

Per metà gara la situazione resta invariata.
I giri vanno via "dinamicamente" veloci, con questo alternare di salite e discese costante.

I tre avanti si pugnalano ad ogni salita con Bibi, chiamato ad essere il beniamino locale, che resta agganciato più che può ai due altri africani con il suo incedere a passi frequenti e leggeri.
Questa volta riesce a battere il sempre forte Nelson, ma deve cedere ad un Girma meno attivo (e quindi meno stanco) questo mese. Anche per questa volta, secondo!

Ho sempre cercato di sfruttare il più possibile l'energia cinetica delle discese per correre agevolmente metà di quei muri, ma la fatica e le non brillantissime condizioni mi hanno portato pian piano a staccarmi.
Purtroppo il ritmo imposto da Duca non lo reggo e resto da solo.
Da lontano i tre si allontanano, fino a che, nelle fasi finali della corsa, riesco ad emettere "l'ultimo urlo delle mie corde" correndo più sciolto e chiudendo in rimonta con un ultimo giro discreto.
Riesco a diminuire il gap dai tre, ma ormai la classifica (a cura della TDS) è stilata:

1 - Dereje Girma Tadesse (ETH) - 31'56"
2 - Nelson Olempayei (KEN) - 32'37"
3 - Hamad Bibi (C.U.S. Palermo) - 32'49"
4 - Philimon Metto Kipkering (KEN) - 33'26"
5 - Francesco Duca (Violettaclub) - 33'31"
6 - Marco Calderone (Antoniana Runners) - 33'46"
7 - Filippo Lo Piccolo (Violettaclub) - 34'05"
8 - Adil Lyazali (G.S. Valle dei Templi AG) - 34'42"
9 - Davide Ragusa (Grottini Team) - 34'46"
10 - Gery Interrante (5 Torri Trapani) - 35'00"
...

Non guardo mai chi mi metto dietro, guardo quello non sono riuscito a combinare, al cedimento non degli ultimi giri ma a meno della metà di gara.
Restano tanti i dubbi ma per me che di fatto conto esclusivamente sulla corretta alimentazione, sul riposo e sullo stile di vita corretto, quando uno di questi fattori scarseggia è difficile progredire.
La successione dei giri, complice anche l'avvio sollecito senza troppi complimenti, dice nel complesso PB della corsa, migliorato di soli 10":
1'30".5 (3 mini giri di piazza) + 3'05" + 3'08" + 3'12" + 3'13" + 3'16" + 3'22" + 3'21" + 3'20" + 3'21" + 3'14".

La premiazione, dei primi 8 e con fiore e... una mini lapide (!?!), viene accolta da un pubblico molto caloroso.
Duca (Violettaclub), premiato due volte, primo degli Italiani!
La manifestazione è riuscita benissimo e collocata ad un orario degno di un grande evento sportivo.
Di ritorno a Palermo, mi aspettano ancora tanti K da provare a correre e una lotta quotidiana contro questo caldo costante senza tregua che sta logorando il mio temperamento.
Non mollare sta scritto nella mia CPU, ma mai abusare di questo ordine!

(Ringrazio chi ha fatto il servizio fotografico con tanta abilità nel cogliere le dure azioni di corsa)

3 commenti:

Paolo ha detto...

Certo che essere a quei livelli e quindi vedersela ad ogni gara con dei veri e propri "motorini" deve essere tosto! Penso ci voglia davvero tanta testa oltre che gambe e fiato!

Nonostante l'ultimo periodo costellato di allenamenti non brillanti e gare una dietro l'altra mi sembra tu ti sia difeso veramente bene..

Grande Filippo, continua così!

the yogi ha detto...

gran bell'evento.... minkia, quella salita si fa fatica a guardarla!

Filippo Lo Piccolo ha detto...

@Paolo: ad agosto ci può stare che ti alleni su pista, prove brevi, e gareggi su strada.
In questa maniera ti diverti e non soffri più di tanto.
Così invece oltre a soffrire, rischiare di farmi male (e grazie a delle ottime scarpe tutto fila liscio) e non concludere poi molto, vado più lento di 40"-60" a gara proprio perchè in qualche modo vorrei preparare una maratona.
Mai più in agosto, quest'anno è stato impossibile...
Scusami, ma la mia mentalità non è "difensiva" purtroppo.
Il non potermi migliorare mi fa assai seccare.

@The Yogi, veramente ben realizzata la corsa.
Con così pochi atleti disponibili in circolazione il Vice Campione del Mondo di Maratona ha fatto un bel lavoro.
Oh! quelle inclinazioni (2 a giro) fanno in totale 20 strappi!
Non poco :-P

NEW YORK CITY MARATHON 2010 (Foto Podisti.net)

NEW YORK CITY MARATHON 2010 (Foto Podisti.net)
PRONTI A PARTIRE...