41° New York City Marathon - 20° Posto Assoluto - 1° Europeo

41° New York City Marathon - 20° Posto Assoluto - 1° Europeo
Un Sogno Ad Occhi Aperti...

sabato 16 febbraio 2013

Non sei mai sceso a Mondello per Correre?

Finalmente... Si torna a sentir stanchezza...
Palermo, febbraio 2013.

Incontro al parco Hamad Bibi una decina di minuti dopo aver iniziato il mio Lungo lento di lunedì 11.
Bibi, l'atleta marocchino più ligio al dovere ed alla religione che abbia mai conosciuto, estremista del culto casa-lavoro-corsa e preghiera nel "justo" come dice lui...
Era da tempo che non ci incontravamo, lui una volta tanto aveva terminato di lavorare ad orari "normali", reduce anche lui da un inverno abbastanza rallentato dalle scorie di problemi muscolari vari.
Classe '79 come me, si vede che correre 30 gare l'anno in media inizia a pesare qualcosa con l'età, eppure siamo nuovamente in buona ripresa e come se niente fosse Hamad ha accettato di buon grado la mia compagnia verso un allenamento lungo e stimolante come 1h45' sotto i 3'50"/Km come poi testimoniato dal MiCoach in modalità "free".
Attraversato agevolmente il parco della Favorita, raccontandoci le ultime novità, lo invito a scendere a Mondello, attraverso i tortuosi sentieri della Collinetta che sovrasta la discesa che porta a Piazza Valdesi, a due (proprio 2!) passi dal mare.

Il solito Bibi che non ama di certo farsi il bagno a mare mi risponde: "sono 5 anni che non scendo laggiù e mai (dico mai!) stato al Faro"...
Ero senza parole, mi stavano per cadere le braccia a terra...

Cogliamo l'occasione e per la prima volta nella sua vita, in un Golfo di Mondello più freddo e ventoso che mai, ci dirigiamo verso Capo Gallo con conseguente arrivo al Faro... spledidi paesaggi naturali...
Come non puoi correre in un posto così incantevole di tanto in tanto se ce l'hai a disposizione?
Oltretutto il tracciato è molto tecnico, ricco di collinette e spunti per rendere il fondo lento più muscolare che mai!

Il MiCoach è sempre utile, comodo e
restituisce tanti parametri

Hamad Bibi, che lento non va mai, alla fine resterà entusiasta di un percorso magari ideale d'estate per placare il caldo afoso e che fino alla fine mi tiene a tiro per oltre 1h30'.
Ci salutiamo, sono stanco, chiudo nei 15' finali in leggera flessione e avverto la stanchezza di un allenamento muscolare, già abbastanza provato da incessanti allenamenti potenzianti che rallentano le gambe.
Ci vuole ancora tempo e umiltà per tornare ad essere forte come prima nelle lunghe distanze!

Così sono ripartito, daccapo, senza ancora aver esordito ad una gara nell'anno in corso e sicuramente con la ruggine agonistica in corpo...
In Atletica Recanati questo lo sanno... intanto fa molto effetto vedersi apparire in "Bianco-Verde" sulla scheda atleti del loro nuovo sito... ci conosceremo e racconteremo storie di Atletica al più presto...

Lavoro ancora duramente per fare sempre del mio meglio e, a scanso di equivoci, ai miei lettori comunico tranquillamente che non mi sono "commercializzato" e li ringrazio ancora di più per tutto il supporto avuto in questi anni di racconti di gare in giro per l'Italia: il blog sopravvive ed in questi mesi è stato un punto d'appoggio per il mio Sponsor Adidas Running, al quale volentieri mi sono giustamente prestato.
Non posso essere un professionista completo della corsa, lavoro come tanti (o come pochi, vista la crisi che sta investendo la nostra Nazione?) e correre rappresenta per me un'attività seria ma molto liberatoria.
Quando gareggio tiro fuori lati del mio carattere molto belli e che trasmettono passione per questo sport, ecco perchè proprio alla Roma Ostia, chi vorrà potrà parlare con me dell'Energia che trasmette lo sport più naturale di questo Mondo proprio allo Stand Adidas dell'Expo :-)

In queste settimane del mese di febbraio il lavoro è stato modulare: potenziamento - salite - fartlek, niente di più!
Il Coach si è opposto ad un rapido incremento chilometrico e piano piano sto riprendendo a fare i miei consueti doppi allenamenti anche al mattino.
Tutto nella maniera più graduale possibile, ma senza perdere di vista il Calendario: la Roma Ostia del 03 marzo è ormai ufficialmente il mio obiettivo di rientro alle gare, ma vorrei che fosse anche il modo per rilanciarmi al ritorno in Maratona che mi manca da un anno ormai.

La lunga distanza non crea problemi alla gamba destra e, tra l'uso del plantare (specie nel Lungo Lento), ed il pensiero a non appoggiare con troppa forza la medesima gamba al terreno (sfruttandone maggiormente l'agilità che gli allenamenti di tecnica di corsa mi hanno insegnato), le cose migliorano.
Oltretutto, stretching e massaggi ormai sono obbligatori ogni giorno: è una bella sensazione sentire il problema pian piano regredire.

In Gennaio io e Silvia La Barbera ci siamo dati una mano...
Ora Silvia grazie a Totò Liga è Leader in Italia,
Io... ho ritrovato la mia strada
Per cui, i giorni di Potenziamento mi hanno visto incrementare man mano la difficoltà, recandomi in palestra e chiudendo con ripetute (nelle sequenze a cadenza settimanale di 30x100 (R.30") - 20x200m (R.30") - 50x100m (R.30") - 12x500m (R.1').

Nei giorni di Salite abbiamo preferito scegliere la collinetta più dura di Palermo l'Ambassador, dopo un primo approccio nelle ormai arcinote salite di Pallavicino (noto come "Dallas") e chiusura in pista con 1.000m o 2.000m

I Fartlek, infine, li ha scelti con la formula del 3' Forte + 2' Recupero: siamo giunti a 10 ripetizioni (il che significa 48' di lavoro).
Non è un lavoro stupido, si è rivelato un buon modo per riadattare le gambe a rapidi cambi di ritmo ed a smaltire l'acido lattico in poco tempo.
Le prime volte, a gennaio, era innegabile non sentirsi impacciati...

Finalmente sto entrando nel vivo di un programma di allenamenti sempre più coinvolgente... qualunque esso sarà l'esordio alle gare di quest'anno, sarò comunque contento di aver ritrovato il pieno piacere di allacciare la mie colorate scarpe da running :-)

(Ringrazio per le Foto Maurizio Anselmo e Alessandro C.)

10 commenti:

Robert Baumann ha detto...

Tanti auguri per un rapido ritorno in forma al 100%!
Cmq:Aspetto la recensione delle nuove Adidas con tecnologia Boost...
Ciao e auguri ancora

Luca Vittorio_Veneto ha detto...

Post carico di positività.. filippo ogni volta che ti leggo mi sembra di vivere con te i bei momenti che trascorri quando ti alleni, la positività che trasmetti è veramente coinvolgente!
Ti auguro di ritornare presto a sentire il "profumo" e l'adrenalina della competizione che io personalmente adoro e non riesco a farne a meno per più di 20-25 gg. In bocca al lupo per Roma. Un abbraccio ;)

Oggi la domande te la faccio a considerazioni concluse XD. Dopo i lavori di potenziamento in salita esempio 20x60m o 10x100 secondo te ci sta un 5000 a ritmo mezza maratona in preparazione appunto per una mezza? e dove inseriresti questo allenamento se lo ritieni valido? Tank you :-)

Filippo Lo Piccolo ha detto...

Ciao Robert, grazie per il tuo commento :-)
In realtà credo che il percorso che porterà a tornare al 100% sia appena iniziato... non riuscirò a correre molto forte alla Roma Ostia perchè stiamo sviluppando delle solide basi per il prosieguo della stagione.

Probabilmente, posto che sto lavorando per correre una stagione intera in crescendo di condizione, a metà anno dovrei ritornare più competitivo, ma... chissà!
Annuncerò presto l'obiettivo-maratona susseguente alla Roma Ostia, ma intanto pensiamo a questo!

Presto arriverà la recensione delle Supernova Glide 5, sono davvero migliorate, le ho finalmente avute, ma ai primi di marzo toccherà anche alle Energy Boost, per cui sono molto impegnato anche con Adidas :-)

A presto, buoni allenamenti!

Filippo Lo Piccolo ha detto...

@Luca, grazie per il tuo commento!

Diciamo che finalmente sto entrando nel vivo degli allenamenti e certi lavori di "endurance" per come fossero impostati non me li ricordavo proprio!
Per questo motivo li ri-racconterò sotto una luce nuova al prossimo post, quello che porterà direttamente alla partenza dell'EUR Roma.

I 10 x 100m in salita con recupero ampio (anche un noioso 3' a corricchiare) si fanno a inizio preparazione di un evento, per sviluppare immediatamente forza muscolare, spinta elastica di piedi e resistenza allo sforzo breve.
Potenziamento in corsa praticamente!

In genere non si va oltre un 2.000m in pista come lavoro finale perchè la forza muscolare che ricavi con l'allenamento in salita non puoi tenerla così tanto a lungo!
O al limite, puoi fare 3 x 1.000m (R.3') che rappresenta delle mini ripetute su distanze sempre brevi.

No, un 5.000m a ritmo della mezza non avrebbe alcun senso!

Piuttosto nel contesto di un allenamento di lunga durata fatto di salite brevi alternate e lungo lento si!
Ovvero, 30' Corsa Lenta + salite 10x100m (R.discesa) + 10' corsa lenta + salite 10x100m (R. discesa) + 10' corsa lenta + 5.000m a ritmo più forte del ritmo gara (e vedi se ci riesci!).

In genere le ripetute di 5000m si corrono per preparare una maratona: classico 4 x 5000m (R.1.000m)

feliperun ha detto...

Il percorso da te raccontato nella prima parte del post è veramente magnifico! Nei giorni fortunati da Mondello e da Capo Gallo si scorgono l'Etna e le isole Eolie in un solo sguardo!

Filippo Lo Piccolo ha detto...

@Felipe, e da lassù, quando termini la lunga salita osservare il mare e tutte le lontane bellezze ti apre cuore e polmoni... altra pietra preziosa tra le nostre riserve naturali cittadine :-)

Luca_Vittorio Veneto ha detto...

Grazie ..sempre conciso e preciso...
questo 4x5000 rec. 1000 metri mi era gia stato suggerito ;)ihihihih. Per me adesso la maratona è un utopia purtroppo visto il tempo che dedico agli allenamenti.. vedremo in autunno!
A presto e ancora in bocca al lupo per la Roma-Ostia

Fausto Brancaccio ha detto...

Scusa Filippo, intanto in bocca al lupo per il tuo recupero e spero di poterti vedere ancora più in forma che mai, la mia domanda è un'altra, ma le boost in che categoria si vanno a piazzare A3 A4o A2 (ho notato che sono abbastanza leggere), io da quando ero cadetto(24 anni fa ormai) uso Adidas e anche se sono tornato a correre da un anno dopo 22 di stop la prima marca non si scorda mai :-)

Ancora in bocca al lupo
Fausto

Filippo Lo Piccolo ha detto...

Ciao Fausto, benvenuto nel mio spazio!
Grazie per gli incoraggiamenti, con questo freddo la strada per il recupero appare più difficile, ma noi runners non ci abbattiamo mai :-)

Le Energy Boost le riceverò questo week-end e ne seguirà una recensione completa con tanto di prove e test in pista e qualcosa di comparativo con le pari gamma Supernova Glide 5.
Durante l'anno proverò ad usarle in gara "a sorpresa"!

A me sembrano a vista delle A3 e le collocherei comunque come scarpa da allenamento.
Il fattore "Ritorno Energetico" è tutto da vedere provandola e capire che sensazioni puoi avere spingendo ancora più forte o portarla ai tuoi limiti.

Adidas è anche per me un marchio che ricordo sin da bambino e mai avrei pensato che per qualche anno della mia vita l'avrei rappresentato ufficialmente.
Alle volte i sogni, se inseguiti con molta convinzione, si avverano :-)

Fausto Brancaccio ha detto...

Ok aspetto la tua prova "su strada allora", si anche a me danno impressione di A3 ma sul sito ufficiale adidas ho letto che sono abbondanti sotto i 300g, per intenderci come le meravigliose boston 3, intanto ti faccio i miei migliori complimenti per questo Blog, pi migliori in bocca al lupo per il tuo recupero e spero che tu possa realizzare tutti i tuoi sogni, sia quelli di quando eri piccolino sia quelli attuali.
Ciao
Fausto

NEW YORK CITY MARATHON 2010 (Foto Podisti.net)

NEW YORK CITY MARATHON 2010 (Foto Podisti.net)
PRONTI A PARTIRE...