41° New York City Marathon - 20° Posto Assoluto - 1° Europeo

41° New York City Marathon - 20° Posto Assoluto - 1° Europeo
Un Sogno Ad Occhi Aperti...

martedì 30 marzo 2010

La Sfida dell'Estate: Il Maratoneta vs. L'Ottocentista

Palermo, il dopo - Treviso Marathon.

Un due tre... giorni ed il peggio è passato, riesco a recuperare sempre più velocemente questo tipo di sforzi.
Se penso agli esordi, alle prime maratone, anche quelle del dopo-infortunio... quanto era difficile tornare a correre decentemente!

Forse mi sto adattando gradatamente alla distanza, ma dentro di me, gestendo al meglio gli sforzi che richiede la Maratona, riesco a non giungere più in condizioni critiche al traguardo.
E questo risulta fondamentale ai fini di un recupero ottimale nelle due settimane successive.

Il Coach, al solito, è stato tassativo e per due intere settimane abbiamo preso molto sotto gamba e alla leggera ogni allenamento, riducendo parecchio i chilometri.
Ma dentro... scalpito e voglio al più presto rimettermi a girare in Pista per rivivere intense emozioni, diverse di molto da quelle che si provano durante la lunghissima distanza.

La prima settimana, dal 15 al 21 marzo... non ho potuto farci niente, se non correre solo fondo lento e ritrovare abbastanza rapidamente elasticità e freschezza muscolare.
Solo al sabato 20 un lungo con 5 x 3' cambi di ritmo tra 3'10" e 3'18" circa hanno ravvivato una settimana lontano dalla consuetudine di ordinaria fatica.

Nella seconda settimana, dal 22 al 28 marzo abbiamo ricominciato ovviamente a mettere una discreta base di forza tornando in palestra.
Immancabili i giorni successivi i forti indolenzimenti che tale fase provocano, ma sono necessari per un corretto approccio alle corse estive.

Sabato 27, forse un giorno speciale per me, eccomi tornato a toccare con mano la fatica affrontando delle salite brevi: 6 x 100m (R.2) + 4 x 150m (R.3) nelle quali ho impresso una forte spinta.
Nei 150m si faceva effettivamente tanta fatica...
Tornato in Pista, mi attendeva un 2.000m che non ho esitato a spingere con tutto me stesso: solo 5'51" alla fine con buone sensazioni di spinta ma sofferto sin dal primo metro...
Duretto il rientro ai ritmi forti!

In mezzo alla settimana non dovranno mai più mancare gli esercizi di postura, elasticità e di stimolo per i piedi del Vice Coach, cui mi affiderò ciecamente, specie nell'esecuzione di quelli per la coordinazione dei gesti nei quali sembra devo recuperare immediatamente terreno rispetto allo scorso anno.
Un passo fluido, spedito e soprattutto composto e coordinato daranno la svolta alla corretta esecuzione del movimento delle gare più veloci.

L'evento principale che sarà da preparare è chiaramente il 10.000m in Pista in Calabria che avverrà il 10 aprile con sede... Reggio Calabria(!): un treno che non potrò perdere per cercare di migliorare il mio attuale PB.

Ma ciò che maggiormente mi preme e mi stimola fortemente è una SFIDA, nata negli ultimi mesi, sviluppata negli allenamenti sporadici e occasionali occorsi con i ragazzi del CUS Palermo: dopo tante parole si passa ai fatti e prometto per quest'estate una sfida con il giovane e maggiormente promettente ottocentista del CUS in attività, Luca Lo Cascio.

Ormai non ci si può nascondere e per me questa Sfida rappresenta uno stimolo in più per poter portare avanti un progetto di miglioramento nei 5.000m, distanza cui tengo particolarmente.

Per poter abbattere le proprie barriere, alle volte bisogna passare attraverso muri difficili da superare.
Sono consapevole che dovrò realizzare un buon tempo nei 1.500m per riuscire nell'impresa, ma il coraggio è tanto e la voglia di faticare altrettanto.

Lancio, quindi il Sondaggio della Gara dell'Estate, tra i due atleti chi primeggerà?

Giorno 2 giugno a Palermo ci sara il Sicily World Athletic che lo scorso anno mi regalò 8 minuti e 21 secondi indimenticabili...
Il 1.500m è la distanza più lunga presente in programma e non potrò che correrla, di fronte a me tra i migliori specialisti Italiani.
Non potrò che esserne onorato di parteciparvi!

Spero di poter vivere più di una Sfida quel giorno ;-)

16 commenti:

Frate_tack ha detto...

Nooo non ti ci mettere Filippo!!! I pististi sono n'a brutta razza ahuahua

Lucky73 ha detto...

Figata! Prenoto già il biglietto aereo Milano-Palermo :)

Ma che personali ha sull'800 e sul 1.500 Lo Cascio?

GIAN CARLO ha detto...

Siamo obbligati a puntare su di te ...non ci deludere.

Filippo Lo Piccolo ha detto...

@Frate Tack, ora mi metto a fare il "Fighetto" da Pista con gli occhiali da sole e l'abbronzatura invidiabile ;-)
...c'è poco da fare finta, resto sempre uno stradista!

Filippo Lo Piccolo ha detto...

@Lucky, sarà una sfida da non perdere assolutamente ed allo Stadio sta "montando" simpaticamente bene!
Luca vorrebbe sbarcare quest'anno sui 1.500m ed ha tutte le carte in regola per farlo, ma fin'ora è stato sempre un discreto ottocentista da 1'55" come PB fatto due anni fa.
Mi auguro che questa "sfida" sia di stimolo anche per lui :-)

Filippo Lo Piccolo ha detto...

@Gian Carlo, non ti deluderò!
C'è già gente che ha puntato soldi (virtuali) su di me!
Bella responsabilità :-P

Fabio Rock ha detto...

Ale' Pippo, io tifo per te, facciamo mangiare un po' di polvere agli avversari cussini! :D

Anonimo ha detto...

ciao Filippo...beh, bel coraggio nello sfidare un mezzofondista veloce, pero' a volte quando non si ha niente da perdere, ci si diverte di piu'! se penso ai miei trascorsi da pistard (1'59"6 e 4'09"95)un po' di nostalgia mi ritorna, ma dopo aver scoperto le lunghe distanze (maratona soprattutto),e non provare piu' quell'acido lattico nelle gambe, corro piu' rilassato e mi diverto ancora di piu'! a Milano mancano pochi giorni e ieri l'allenamento previsto (4x2000 rec.400mt) corso a 7'40"-(1'40")mi ha dato ulteriore conferma e tranquillita'in vista dell'evento dell'11 Aprile.Ora i km inizieranno a diminuire e dopo l'ultimo massaggio....potremmo fare una previsione piu' precisa! a te buona Pasqua e in gamba! Luca M.

Paolo "Cibulo" ha detto...

bella sfida!
E' proprio vero ciò che hai detto "Per poter abbattere le proprie barriere, alle volte bisogna passare attraverso muri difficili da superare". ;)

felipe ha detto...

ma sì un po' di aggressiva pista, con quelle saette dalle tre strisce difficile sarebbe non provarci...

Lucky73 ha detto...

mmmm per vincerà credo dovrai fare un sub 4' ....
Cmq bisogna vedere ora cosa vale se più o meno quell'1.55

Filippo Lo Piccolo ha detto...

@Fax, ormai il desiderio di essere un atleta del CUS Palermo è storia andata...
Hanno avuto la chance di avermi come atleta ma non avrebbero avuto i mezzi per gestirmi nelle mie difficoltà degli anni passati...
Oggi sono tutti simpaticissimi e pochissimi avversari.
Al di là della Sfida con Lo Cascio, mi piacerebbe se quel 2 giugno ci fossero tutti i mezzofondisti del CUS schierati alla Partenza!

Filippo Lo Piccolo ha detto...

@Luca M, forse la pensavo come te ad un certo punto ma... non sò, sono delle sensazioni diverse rispetto alla piatta e "monotona" strada...
Quando corri un giro di pista in 62" (o magari ne fai di più) oppure scendi sotto i 2'40" nel 1.000m si provano emozioni più forti, intense...
Quando corri di potenza e agilità e senti l'acido lattico pervaderti... beh!, è un'emozione differente che ti trascini anche nei giorni susseguenti.
Mi sento più vivo, più sveglio, più solare :-)

Ottimo, non potevi fare altro lavoro migliore di questi 4 x 2000m per concludere.
Ora ti fai qualche ripetutina senza impegno fisico o mentale massimo martedì (tipo 10 x 400m o 8 x 500m) e scarichi dritto dritto per Milano.
Così... smaltisci la festività Pasquale!
Vedrai, andrai forte!
Auguri anche a te :-)

Filippo Lo Piccolo ha detto...

@Paolo, bella Sfida, e vedessi come ci stiamo allenando entrambi!
Secondo me farà più bene a Luca che a me, e spero si convinca a correrla al meeting del 2 giugno.
Dalla mia parte è l'occasione buona per scendere finalmente sotto i 4'00", sarebbe un sogno!
A seguire, correre un 5.000m competitivo non dovrebbe essere un problema.
Non devo avere fretta, c'è tempo per lavorare bene, i lavori in pista lasciano lunghe scie di fatica nelle gambe!

Filippo Lo Piccolo ha detto...

@felipe, le Adizero Cadence saranno l'arma vincente ;-)
Scherzi a parte, impressiona come molti si siano appassionati a questa Sfida che per ora è virtuale, ma che presto diventi ufficiale a tutti gli effetti...
E ci sto lavorando :-D

Filippo Lo Piccolo ha detto...

@Lucky, il buon Luca è stato sfortunato questo inverno, ha avuto un piccolo incidente ed è stato fermo per un mese.
A me... lo sai è andata bene (se possiamo dirla così, dato che mi sono ucciso di chilometri!).
Vado cercando proprio il sub 4'00" ed ho nella testa e a quanto sembra nelle gambe i tempi di passaggio al mille per riuscirci.
Poi... in gara mi trasformo ed esco il 110% di me stesso!
Luca ha tutte le carte in regola per fare anche lui un bel risultato, è un ottocentista "atipico", corre con noi fondisti tranquillamente sotto i 4'00" nei lunghi lenti.
Secondo me... è più un 1.500ista, ma non sono io il suo Coach!
Il mio Coach, invece,... non sta nella pelle ;-)

Sotto con il 10.000m per ora!

NEW YORK CITY MARATHON 2010 (Foto Podisti.net)

NEW YORK CITY MARATHON 2010 (Foto Podisti.net)
PRONTI A PARTIRE...