41° New York City Marathon - 20° Posto Assoluto - 1° Europeo

41° New York City Marathon - 20° Posto Assoluto - 1° Europeo
Un Sogno Ad Occhi Aperti...

giovedì 24 ottobre 2013

Forse mi state facendo credere che posso diventare un Coach?

Il Gruppo al Completo, qui si corre con tanto entusiasmo!
Palermo, ottobre 2012.

Dei miei noti problemi muscolari già ne ho parlato.
Fortunatamente mi piace leggere molto di running nei magazine esteri e le mie "sfortune" non sono di certo isolate.
Grandissimi Campioni stanno soffrendo o hanno sofferto dei periodi di recupero non indifferenti e la cosa va accettata con estrema serenità.

Sto cercando in ogni modo di rientrare alle gare il più competitivo possibile, grazie anche alle tantissime dimostrazioni di stima e di affetto ricevute negli ultimi mesi attraverso i canali Social per i più lontani, e allo Stadio delle Palme e dintorni per chi mi vede correre tutti i giorni.

La Cremona Half di domenica 20 ottobre, per ultimo, è saltata purtroppo in extremis.
La paura di una ricaduta mi ha portato a questa, saggia, scelta...

Ho avuto, quindi, la possibilità di dedicarmi con maggiore pensiero al gruppo di amatori di Palermo (tutti della Società Trinacria Palermo, cui tramite il Presidente "ad Honorem" F.B. mi lascia svolgere silente la mia attività.

La cosa che mi preme maggiormente sottolineare è il fatto che spesso il proprio "runningpensiero" può essere interpretato male e, come ogni tanto accade, chi entra nel gruppo capitanato dal duo Felipe - Mariano, esce e torna a correre con altre persone.
L'arrivo di Damiano è semplicemente fantastico!
Ma resto sempre disponibile a dar consigli dettati per lo più dall'esperienza personale e da documentazione attualizzata dai metodi di allenamento di grandi Campioni contemporanei.

Ho scelto anche quest'anno di non fare il corso di allenatore per dedicarmi il più possibile alla mia attività di atleta: fattore limitante, la concomitanza delle lezioni nel week-end quando tra non molto, potrei tornare a gareggiare.
Ma ci ho pensato davvero seriamente e spero di potermi cimentare dal 2014 in poi, continuando parallelamente la mia attività di atleta agonista.

E' molto utile seguire gente che ha davvero sul campo più esperienza di te.
Non l'avrei mai detto ma il Coach Polizzi è riuscito nuovamente e tirar fuori due Campioni niente male: Ala e Ussem Zoghlami.
La loro semplicità e modestia mi fa pensare che presto daranno filo da torcere anche agli Assoluti...

Il mio ce lo sto mettendo.

L'arrivo che ogni maratoneta sogna di raggiungere!
Real Time 3h 17'
Allenare una giovane promessa richiede più sforzo, impegno e dedizione.
Un amatore evoluto e motivato di certo è più semplice da seguire.
Poco alla volta i progressi di Roberto, Mariano (che ha avuto diverse sfortune), Vito, Felipe, Giuseppe e Michele mi avevano lasciato contento e a volte stupito, ma con gli innesti dell'ultima estate, sono stato davvero contento del lavoro svolto e della fiducia riposta nel mio know - how.

Oggi parliamo di Emanuele B. e di Damiano V., capaci di tagliare il traguardo della Maratona di Amsterdam con il PB migliorato di 3' e, soprattutto, di averlo superato di slancio e con tanta carica in corpo.
Non pensavo che alla prima esperienza insieme ci potevamo riuscire, visto che certi meccanismi mentali e certe reazioni del proprio corpo avvengono spesso anche a distanza di anni, ma questa volta tutte le mie indicazioni, i miei input, sono stati raccolti a meraviglia.

Mariano e Vito hanno avuto qualche problema,
arrivando attardati hanno immortalato il momento
della gioia all'arrivo con la medaglia al collo!
La preparazione è stata davvero difficile ed a rischio: correre con il caldo siculo in pieno agosto ed iniziare la preparazione della lunga distanza mi ha visto gestire spesso enormi difficoltà di adattamento... per fortuna ho preparato quattro volte la Maratona di Carpi con le stesse esatte problematiche e so di cosa stiamo parlando!

Emanuele, in particolare, ha corso con un negative split interessante, raccogliendo il suo successo tutto nella seconda parte di gara, per lui un rammarico di non aver spinto tanto prima, ma questi sono dettagli: 3h 17' per lui.

Damiano, con saggia interpretazione della corsa, pur conscio di avere un grande potenziale ed una forma raggiunta al momento giusto (visto con i miei occhi correre con estrema agilità, al suo seguito durante l'ultima grande fatica su un percorso mosso nel litorale palermitano), ha goduto della maratona in lungo ed in largo, con una gara autorevole e regolare, tagliando il traguardo in 2h 54' 32" e con un sorriso lungo quanto la città olandese :-)

E tu, Felipe, cosa saprai far "fiorire" domenica 27 alla
Lucca Marathon?
Emanuele e Damiano, due esempi di sportivi veri, due padri di famiglia ed il loro Lavoro non è a 800m da casa, bensì va tra gli 800 Km ed i 1500 Km...

Con il sacrificio, il sano divertimento, un gruppo di amici e tanta buona volontà, unita ad una saggia guida tecnica, si possono ottenere grandissimi risultati.

Non prendiamoci in giro (perchè il problema è serio, attuale e temo che troppa gente ci incappa anche a livelli amatoriali) e diciamolo chiaro: chi assume del doping è un povero stupido e noi atleti lo capiamo "a pelle" che certe prestazioni altalenanti spesso "stonano" con il resto della stagione...
Sappiamo bene che questo pessimo atteggiamento di questa gente miserrima e derelitta, afflitta da mania di protagonismo, non fa altro che annullare o ridimensionare il lavoro umile delle persone pulite, escludendo da premi meritati quanto sarebbe corrisposto in realtà dalle proprie fatiche.
Anche questa è una causa di abbandono all'atletica di gente ben più meritevole, che uccide il movimento in generale.

Un male da debellare anche nelle gare minori a montepremi dove molto spesso anche la gente "insospettabile" può essere colta in fallo facilmente, sia italiani che extracomunitari.

Ben felice di accogliere favorevolmente la decisione della Fidal di radiare a vita dalla maglia azzurra chi incappa in questo fatale errore... sarebbe stato meglio radiarlo a vita anche dallo sport agonistico...

8 commenti:

feliperun ha detto...

atleta e coach è una cosa molto complessa da conciliare. L'esperienza aiuta moltissimo sia nella programmazione degli allenamenti che nella gestione degli aspetti caratteriali.
Poi ogni gara è una storia a sè... e Lucca è stata faticosa ma stimolante

Filippo Lo Piccolo ha detto...

Già Felipe, sono decisioni difficili da prendere.
Per adesso il nostro meccanismo fila liscio, ci conosciamo abbastanza bene per comprendere i nostri caratteri e tirare fuori il meglio di noi stessi.
Adesso tocca a te rimetterti in gioco e spingere di più sull'acceleratore...nel nostro gruppo c'è abbastanza gente capace di darti gli stimoli giusti ;-)

feliperun ha detto...

dopotutto in autunno non ero mai andato così forte!

Turin Marathon servizio press ha detto...

Ciao Filippo,
non abbiamo trovato su questa pagina un indirizzo mail a cui contattarti privatamente ma desideriamo comunque rivolgerti il nostro invito.

Sei appassionato di nuove tecnologie? Ti occupi di informazione sportiva online? Sei un blogger o gestisci una pagina sui social network? Turin Marathon in occasione della maratona del 17 novembre ti invita a rimanere al passo coi tempi dedicando l'intera giornata di venerdì 15 novembre a chi, come te, è protagonista dei nuovi canali di comunicazione.
Si svolgerà infatti a Torino il primo convegno-incontro di matching @new media e sport - come cambia il giornalismo nell'era del web: dispersione o opportunità?

Venerdì 15 novembre potrai prendere parte al congresso in cui interverranno personalità dello sport e dell'informazione e poi essere ospitato in uno spazio finalizzato all'incontro con i tuoi "colleghi".

Assoluti protagonisti della giornata i blog e i social network dedicati al mondo del running e dell'atletica: un'occasione per conoscere, farsi conoscere e confrontarsi.
Ma non solo: durante il convegno verrà lanciato il contest #tolivemarathon con il quale ti invitiamo a raccontare con post, fotografie e video la Maratona di Torino (e Torino durante la Maratona!) per tutto il weekend.

Per confermare la tua presenza e per maggiori informazioni stampa, puoi scriverci una mail.

Inizia fin da ora a raccontare la maratona con gli hashtag #tolivemarathon e #turinmarathon13.

Ti aspettiamo!

Filippo Lo Piccolo ha detto...

Ciao Turin Marathon, benvenuta (e finalmente) nel mio blog!

Eh si... finalmente direi... visto che ancora dall'estate del 2011 aspetto la risposta per prendere parte come Top Runner alla Vostra Maratona...

Beh, alla fine l'organizzazione della Maratona di Reggio Emilia mi ha ospitato, riuscendo a correre tra i migliori in un'edizione dai gradi tempi e ancora li ringrazio per quello che loro hanno fatto...

A questo giro stavolta salto io... ne so abbastanza di comunicazione social e di promozione e la dedico volentieri a chi da sempre mi ha supportato in modo concreto.

Grazie lo stesso dell'invito (che immagino avrei dovuto spesarmi completamente io) e buona maratona a tutti!

Fausto Brancaccio ha detto...

Ciao Fillipo, vedo che hai grossi risultati anche come coach, chissà in futuro...!!! Ho conosciuto Emanuele e credo che emriti tutti i complimenti che gli hai fatto e sono sicuro che può migliorare ancora. Intanto, me come tanti vogliono vederti ancora come atleta. Spero come al solito di salutarti dal vivo anche se per me quest'anno e credo buona parte del 2014 salta per un problemino piuttosto serio che ho avuto. Non so se il 17/11 sarai a Palermo, io verrò a vedere la gara
In bocca al lupo ancora.

Fausto Brancaccio ha detto...

Scusa ho scritto storpiato il tuo nome nel post precedente.
Chiedo venia. :-)

Filippo Lo Piccolo ha detto...

Ah ah Ah Fausto, ma no problem sulle storpiature!
Certe volte rileggo alcuni miei commenti ed escono fuori errori... :-)

Ma si che ci vediamo a Palermo, domenica 17, sarò a seguire i miei "cavalli" da corsa in bicicletta se il tempo lo consentirà!

Quando vuoi, getta un urlo e chiamami se mi avvisti ;-)

Sto iniziando in questi giorni a fare qualche allenamento più spinto e non ce l'ho fatta ad arrivare in tempo per la Mezza di Palermo.
Capita a tutti di avere dei periodi di recupero fisico, purchè si diventi più saggi e si impari a leggere le proprie debolezze.

A domenica allora :-)

NEW YORK CITY MARATHON 2010 (Foto Podisti.net)

NEW YORK CITY MARATHON 2010 (Foto Podisti.net)
PRONTI A PARTIRE...