41° New York City Marathon - 20° Posto Assoluto - 1° Europeo

41° New York City Marathon - 20° Posto Assoluto - 1° Europeo
Un Sogno Ad Occhi Aperti...

giovedì 31 dicembre 2009

Natale 2009 in Veneto - Così bello da rimanere senza Fiato(!)

25 Dicembre 2009

Non era programmato in alcun modo.
Ho sentito soltanto la mia voce dentro che ha insistito nel volermi portare lassù.
Laddove, qui a Palermo, il termometro stava registrando picchi record tanto da potersi andare a fare un bel bagno a Mondello, ho scelto di essere più "tradizionalista" e passare un Natale fresco fresco nella provincia veneta.

L'occasione di visitare splendidi posti, ancora a misura d'uomo, quieti e silenziosi (a parte il Duomo là vicino che ogni tanto faceva sentire la sua presenza con i rintocchi delle campane).
Esempio di civiltà, dapprima con l'applicazione a 360° della raccolta differenziata nelle case e ampie aree dove abitare significa possedere una multiproprietà a 2-3 piani, magari tra famiglie.

Correre in mezzo alla nebbia, con i cumuli di neve sparsi ancora presenti e fortunatamente per lo più disciolti.
Un Natale tranquillo, insomma, passato in ottima compagnia.

Ed era ovvio, che si approfittasse della presenza, insolita di due siciliani in terra "straniera" per provare a dare una zampata finale a questo anno, il 2009, giunto ormai a fine esercizio.

I regolamenti dell'anno nuovo, il 2010, non portano belle novità: relegherà qualunque atleta tesserato per una società di una Regione d'Italia a poter gareggiare solamente in quella Regione quando la corsa assume carattere "Regionale".
Quindi, niente più restrizioni ad atleti stranieri di qualunque livello nè tanto meno ad atleti Italiani di qualunque livello, purchè tesserati in Regione...

La voglia di mettermi alla prova con realtà diverse ed il sostegno forte di un amico ormai insostituibile ha portato anche me, a Casalserugo (PD) per la podistica di Santo Stefano (26 dicembre).
Gara, come detto, regionale, presentava tantissimi iscritti di buon livello, tutti atleti italiani, poi presentatisi sulla linea di partenza meno di quanto scritto sulla carta.

Ritroviamo lassù anche una nostra vecchia conoscenza: Michele Giofrè, in ottime condizioni ed anche lui emigrante dalla Calabria per motivi di lavoro (triste realtà, ma anche questo comporta vivere in Italia, vivere al Sud...).
Altri atleti da copertina delle riviste, finalmente in una vera gara; altri atleti del posto (o quasi) con cui ho avuto il piacere di fare la loro conoscenza durante l'anno.

Quel mattino il freddo si faceva sentire in quei 5°C con vento altrettanto poco allettante; fatto sta che ero sereno come ormai da molto tempo mi sta capitando prima di una gara.
I miei mezzi li conoscevo bene, dovevo solo applicarli finalmente in una gara cronometrata ufficialmente.
Inoltre la distanza classica dei 10K su strada avrebbe potuto finalmente darmi un serio riscontro, favorito dalla totale piattezza del percorso, 5 giri da 2K.

Al via mi piazzo subito al mio posto, attendista di qualunque evento.
I favoriti schierati alla partenza, Lazzari (Fiamme Oro Padova) e Montorio (Aeronautica Militare Roma), unici due professionisti, non si fanno attendere.
In gruppo, dopo pochi K rimaniamo, oltre me, Duca, Giofrè, Pasetto, Fabian (duathleta nazionale) e un altro atleta.
Il ritmo è elevato ma regolare: qualunque cambio di ritmo applicato durante i primi 3 giri non fa mai male. Ci si assesta sul ritmo di 3'06"-08"/Km.

Nonostante un primo giro in cui avevo avvertito difficoltà respiratorie, mi sento bene e dal secondo giro mi rilasso completamente.
Ogni attacco è sempre ben replicato con freddezza e tutto scorreva bene.
Stavo preparandomi qualcosa; in genere non lascio mai passiva la corsa e un attacco lo provo sempre, anche disperato.
Tutto filava liscio, 7°K del quarto giro ormai avviato, quando improvvisamente mi sopraggiunge una crisi respiratoria: sento i polmoni contrarsi e non riesco più ad aspirare aria!
L'acido lattico scende giù rapidamente alle gambe, sangue non ossigenato e...

Gara Finita!

Normalmente chi mi conosce sa che per ritirarmi ad una gara o un allenamento devono spararmi... ad entrambe le gambe! :-P
La crisi è stata violenta quanto improvvisa, e fermandomi in tempo si è risolto tutto in pochi minuti...

Stavo bene, avevo voglia di dire la mia, una scossa alla corsa l'avrei data sicuramente...
E' vero che il ritmo era alto e che non ci sono mai stato così bene dentro, ma posso garantire che gli ultimi allenamenti sono stati molto più intensi di quella fase di gara...
L'unica spiegazione che posso dare, nonostante fossi coperto da guanti e dalla maglia tecnica a maniche lunghe, è dovuta alla disabitudine nel respirare tanta aria fredda, provocandomi una congestione polmonare...
Si impara a conoscersi meglio, anche questa purtroppo, e sul più bello!

Riesco a tornare indietro e ad assistere (ahimè!) alla volata finale, autentica cartolina della mia trasferta, che comunque è stata molto bella e passata serenamente.

Sul traguardo, come da pronostico, il Miler Lazzari vince la volata (30'46") su Montorio (30'47") controllando più volte l'avversario.
Terzo, molto vicino ai due, Michele Giofrè (atl. Castello Firenze) (30'49") ben tornato a discreti livelli.
Quarto, poco lucido per finali adatti a lui, Francesco Duca (Violettaclub) (30'52") staccato di una 30ina di metri dal primo.
Quinto Gianluca Pasetto (Corradini Rubiera) (31'01") distaccato parecchio nel finale concitato, pur sempre reduce dalla recente Maratona di Reggio Emilia.

Se la sono giocata loro all'ultimo giro e peccato per uno stanco Francesco che avrebbe meritato il podio.
Curiosissimo e delusissimo, cosa avrei potuto fare all'ultimo giro?
E soprattutto, abbattere il muretto dei 31'00" nei 10K su strada sarebbe stata una piccola dimostrazione del buon lavoro svolto ultimamente...
Davvero brutto stare a guardare dall'esterno, ma anche queste sono cose che possono capitare...

Rientrati a Casa, si pensa solo al 2010, non prima di aver fatto un riepilogo di un 2009 cui sono accadute tante cose, positive e negative.
Su queste ultime sarà bene soffermarsi e riflettere.

Auguri di Buon 2010 a Tutti, anche ai non Runners che passano da queste parti :-)

10 commenti:

Anonimo ha detto...

filippo,
ti faccio tanti auguri per un 2010 solo con note positive.
luciano er califfo.

Albe che corre ha detto...

Complimenti per tutto! buon 2010 campione

Sarah Burgarella ha detto...

Auguroni per un 2010 alla grande!

Daniele 91 ha detto...

Ciao Filippo,complimenti per l'ottimo 2009 e auguri per un 2010 ancora migliore dal punto di vista atletico e non.Intanto approfitto dello spazio per consigliarvi di votare l'oro ad Atene 2004 di Stefano Baldini nella Maratona come l'evento sportivo più significativo del decennio nel sondaggio indetto da skysport.Per farlo basta andare sul sito e registrarsi.Sbrigatevi che il sondaggio è attivo fino alla mezzanotte credo.

dani half marathon ha detto...

Augoroni Filippo! il tuo 2010 sarà ricco di soddisfazioni!

franchino ha detto...

Auguri Filippo, un piccolo contrattempo che non scalfisce la tua ottima annata!

uscuru ha detto...

a Fili'... sei un grande, buonDUEMILADIECI . m'eri sfuggito!( sei troppo veloce ;) )

Lucky73 ha detto...

Leggo solo ora....
Cavolo per un siculo come te è dura con queste temperature.....
Spero che tu stia bene!

Ti faccio tanti auguri di Buon Anno per un 2010 ricco di soddisfazioni ...(under 4' sui 1.500? :-))

Filippo Lo Piccolo ha detto...

@Er Califfo, buon 2010 anche a te, con tanti miglioramenti per i tuoi adepti :-)

@Albe, grazie, ora il 2010 lo dobbiamo costruire episodio dopo episodio!

@Sarah, tanti auguri anche a te, non posso che augurarti per il 2010 la continuità che non hai avuto causa qualche piccolo malanno.

@Daniele 91, grazie anche a te, tu sei all'inizio di una lunga strada, io non posso far altro che ottimizzare quanto fatto fin'ora con la giusta dose di saggezza e senza strafare.

Filippo Lo Piccolo ha detto...

@Dani Half, mi auguro la stessa cosa anche per te per il 2010 :-)

@Franchino, auguri di buon anno; non saprei come risponderti, purtroppo quando il lavoro in allenamento ti fa impegnare molto di più che in gara e non ti accade niente, capisci che puoi provare qualcosa nel finale.
Brutta sensazione, spero sia un episodio...

@uscuru, grazie per gli auguri, molto simpatico, però ricorda che in giro ne trovi facilmente gente più veloce di me.
Guardo sempre avanti, per raggiungerli!

@Lucky, auguri di buon 2010 sperando di abbattere qualche muretto interessante!
Bah, lo dico sempre più spesso che, nonostante i prossimi mesi saranno dedicati ai chilometri, questo potrebbe essere un anno esaltante in pista.
Alla luce dei recenti allenamenti, posso affermare che sotto i 4'00" nei 1.500m ci andrei già da subito in una gara con almeno altri 2 di questi "cavalli" veloci.
Se 2'39" nel 1.000m l'ho fatto con le Adios, vien da se che con le chiodate la musica sarebbe migliore.
La mia scommessa resta invece quella nel 5.000m dove posso arrivare non lo so nemmeno io.

NEW YORK CITY MARATHON 2010 (Foto Podisti.net)

NEW YORK CITY MARATHON 2010 (Foto Podisti.net)
PRONTI A PARTIRE...