41° New York City Marathon - 20° Posto Assoluto - 1° Europeo

41° New York City Marathon - 20° Posto Assoluto - 1° Europeo
Un Sogno Ad Occhi Aperti...

martedì 28 dicembre 2010

Adidas Response Cushion 19 - Il Miglior Prezzo per la Miglior Corsa

Adidas ha scelto il proprio modello di punta da far provare durante i vari Clinic sparsi in tutta Italia.

E non stiamo parlando del modello commercialmente più costoso, ma di certo del più polivalente e adatto a tutti, dal neofita al runner più esperto.

Le Adidas Response Cushion 19 si presentano nei negozi con una linea pulita, un semplice accostamento di colori (nel modello da me mostrato si alternano il bianco ed il rosso) ad un prezzo davvero vantaggioso: 100 euro di listino (o meno a seconda degli sconti applicati dai negozianti).

In un mondo regolato dal consumismo, un tale prezzo potrebbe trarre in inganno la maggior parte dei corridori esperti, abituati a spendere decisamente di più di questa cifra per una scarpa adatta a macinare chilometri e la stessa mancanza di "abbellimenti" (o meglio fronzoli estetici) può trarre in inganno facendola sembrare "povera", ma Adidas ormai mi ha abituato che quello che conta è la sostanza e dopo alcune settimane di test posso adesso recensire questa sorprendente calzatura.

La Adidas Response Cushion 19 non è la classica scarpa pesantissima da trascinare durante gli allenamenti e infatti dopo averla calzata sembra quasi non averla, merito di una tomaia in Climalite efficacissima e molto robusta.
Le classiche Tre Strisce completano ottimamente la calzata che, una volta allacciate le stringhe diventa molto avvolgente.
Non stiamo parlando di un livello di feeling con la scarpa pari a quello delle Adizero Boston (secondo il mio parere le migliori scarpe di Adidas per calzata e sensazione di avvolgimento al piede) ma la strada è quella, solo con una maggiore protezione e morbidezza, merito una imbottitura rivolta verso il comfort richiesto dai lunghi allenamenti.
La protezione laterale che irrobustisce la tomaia antistrappo, risulta anche parecchio morbida agevolando la flessibilità in fase di spinta.

Tanti piccoli dettagli che nascondono le fondamentali tecnologie della casa tedesca.
L'intersuola è leggera ma dona il massimo della protezione grazie alla struttura dinamica del Formotion unita con adiprene nel tallone, e l'adiprene "+" reattivo su tutta la pianta dell'avampiede.
Le migliori risorse di Adidas per un peso contenuto: appena 365 gr. (per la misura 12 USA), ben 35 gr. in meno della blasonata Supernova Glide 2 (di pari misura).

Correre diventa molto facile con le Response Cushion 19 e la protezione non è da meno.
Il più bel pregio di questa scarpa è proprio la fuidità nel gesto della corsa che ti dona, senza andare minimamente ad intaccare la prerogativa fondamentale per un fondista come me, quale la protezione dagli impatti sul terreno.
Su asfalto o sul duro anello esterno dello Stadio Vito Schifani la Response Cushion esalta in reattività ma non tende a stressare i tendini o il tibiale; sul leggero sterrato di campestre eccelle nell'ammortizzazione al tallone e si adatta ad ogni dislivello del terreno.

Ti invitano a spingere, merito della loro leggerezza: questa volta il test più importante è stato quello del lungo lento di due ore: il comfort è stato mantenuto totalmente e la sensazione di stress totale delle gambe è stata contenuta, pari a quella di una A3 dal peso maggiore.
Rispetto ad un test di velocità che comunque è stato fatto e che è stato uno scontato 64" nei 400m in pista dopo l'ora di Lungo lento con un ottimo uso dei piedi ed una allacciatura salda al piede, il test del lunghissimo (circa 32 Km) ha dato una risposta ulteriore ad una scarpa che è molto più solida e protettiva di quello che possa sembrare.
Adidas punta molto su questa 19° versione della Response C. e fa bene con una scarpa con i minimi addobbi possibili, inutili durante l'azione di corsa.

Un apporto decisivo a tale protezione lo svolge la suola, in gomma "Blown Rubber" all'avampiede e in duro Adiwear al tallone.
Cinque intagli di flessione all'avampiede e il sistema Torsion per il controllo del movimento naturale del piede (pronante) la rendono il giusto regalo per ogni piede.
La vita di questa scarpa sarà al solito molto alta, attorno i 1.000 Km merito di tutti questi resistentissimi materiali.
Mai avuto fin'ora una scarpa Adidas che si usura dopo poco tempo!

Ovviamente tutto il bello del correre è stato pensato in accoppiata a queste Response!

Massima visibilità garantita con inserti riflettenti per chi può correre solo al buio (Chi lavora tutti i giorni come me e deve uscire nel tardo pomeriggio dai propri uffici/aziende).

Compatibilità totale con il rivoluzionario MiCoach che ti permette di avere un allenatore virtuale sempre presente in corsa: per le Response 19 è previsto un alloggio adatto al Contapassi da inserire all'interno dell'intersuola di una delle due scarpe e avere a fine allenamento il quadro completo della distanza percorsa collegandoti al Computer dopo aver scaricato il programma apposito.

Adidas vuole bene al nostro Ambiente e si mostra sempre più Eco-compatibile con la comparsa dei primi box di cartone per alloggiare le Response 100% riciclati: è la nuova filosofia "Adidas Better Place".
Il box cambia leggermente colore con le Tre Strisce esterne allo scatolo marroni per comunicare all'utente che il processo di produzione delle scarpe è avvenuto con il minor spreco di risorse ed inquinamento dell'ambiente.

La Adidas Response C. 19 è una nuova risorsa per il runner moderno e non troppo pesante: è per tutti i versi una A3 (ammortizzante neutra) molto protettiva ma si mantiene nei range di leggerezza quasi come una intermedia "pesante".
Il suo comfort mi invita a consigliarla caldamente per un approccio alle gare, soprattutto di lunga distanza quali la Maratona.
Ottima anche per i neofiti o corridori saltuari che molto spesso corrono tanto per pochi giorni la settimana; una calzatura tecnica di ottima qualità come la Response 19 C. è sempre ben consigliata!
A differenza di una intermedia come la Adizero Boston, la soffice imbottitura interna e la tomaia più delicata insieme ad una mescola nell'intersuola più morbida permette ai podisti dalle 3 ore in su nella maratona di trovarsi ai piedi una scarpa da competizione ideale, senza il dubbio di terminare doloranti o meno la 42.195 m.
L'ideale per chi preferisce correre tutti i giorni con la stessa scarpa, indipendentemente dal lungo lento o dal lavoro su strada di ripetute veloci.

Magari... per una gara importante mi terrei una Response 19 in più da parte pronta all'uso!

15 commenti:

Fabiorunner63 ha detto...

Ciao campione!
un consiglio....adesso utilizzo le supernova glide2 e mi trovo bene, fatto la maratona di firenze in 3:40 e una mezza in 1:36 peso 66kg una 10km in 43:00 quindi come vedi il passo è variabile da 4:18/km a 5:08/km me le consiglieresti?
grazie

Pimpe ha detto...

le ho adottate per i lenti e mi trovo molto bene.. come scrivevo sul mio blog sono molto versatili .
Grande scarpa! ;-)
ciao

Filippo Lo Piccolo ha detto...

Ciao Fabiorunner63, grazie per essere passato sul mio blog!

Intanto ti anticipo che nel 2011 le Supernova Glide 3 manterranno la stessa intersuola con una tomaia apparentemente più soffice e delicata in zona tendine d'achille, quindi se ti trovi bene con queste di quest'anno potrai continuare ad acquistare anche per il prossimo!

Ho visto dal blog che in gara usi le Lunarglide+ che non conosco affatto, ma appartengono alla categoria delle A2 "Intermedie pesanti".
Considera che le Adidas Response Cushion 19 sono altrettanto leggere e pure reattive, quando corro tanto non le avverto molto ai piedi.
In più sono anche molto più comode di una classica intermedia pur fasciando bene il piede.

Se non ti interessano i colori fashion e badi ad una scarpa leggera, reattiva (prerogativa delle Adidas) e duratura nel tempo, ti consiglio di usarla come scarpa da gara o allenamento veloce.
Pesi 66 Kg (sei leggero) e corri una 10K a 4'18"/Km, io con le Response ci corro il lungo a 3'40"-50"/Km senza problemi.

Se il tuo prossimo obiettivo è la Maratona di Roma puoi iniziare ad utilizzarle negli allenamenti (lavori a ritmo-gara) che ti avvicineranno alla gara, è il momento giusto!

Filippo Lo Piccolo ha detto...

@Pimpe, ciao!
Ho letto la tua come quella di altri recensori blogger e tutti convergiamo sulla loro duttilità e versatilità.
Insomma, una scarpa da corsa per tutti i giorni, gare comprese!
E per gli amanti del Trail c'è ovviamente la Response Trail 17 artigliatissima!

Pimpe ha detto...

@filippo: vado subito a vedere il modello da trail ;-)

Anonimo ha detto...

ciao Mi chiamo davide , scrivo da Torino , ho letto la tua recensione sulle response 19 in quanto voglio comprare una buona scarpa per i miei allenamenti che non vanno mai oltre l'ora di durata (e mai oltre le 2 max 3 volte settimanali) in quanto non ho molto tempo a disposizione nella giornata.Al running alterno attività di ciclismo e palestra ( pesi).il mio peso forma è 60 Kg ( appoggio neutro )ed il mio ritmo di allenamento ( mi vergogno a dirlo ) è sui 5-6 min al Km.
A me la Response C.19 non dispiace affatto pero' alcuni rivenditori mi consigliano maggiormente la S. Glide 3 o la Cumuls 12 di Asics.
Non vorrei fare 1 acquisto errato o poco mirato e per questo , se puoi Ti chiedo la gentilezza di darmi il tuo parere .
Ti ringrazio infinitamente per la Tua risposta e per il prezioso tempo che dedicherai nel rispondermi.
Un caro Saluto
Davide da Torino

Filippo Lo Piccolo ha detto...

@Davide da Torino, grazie per la tua gentilissima richiesta.
Provo a risponderti.
Le Cumulus 12 non le conosco, non posso dare un parere, ma il rivenditore non ha fatto altro che darti delle alternative.
Principalmente il consiglio è sempre quello di provare bene due o tre modelli, ma non sei un atleta così pesante da uscirne penalizzato da una scarpa di media leggerezza come quelle che mi hai illustrato.
Le Response C. 19 sono delle scarpe molto protettive (anche se non lo sembrano) e per te che corri non tantissimo secondo me sono l'ideale anche delle Supernova Glide.
Essendo più leggere di una 30ina di grammi possono aiutarti a correre con maggiore fluidità e ad incrementare il tuo ritmo che può essere facilmente migliorabile con qualche allenamento mirato.
E con le Response puoi correrci lungo e lavori senza problemi per la loro versatilità!

Non ti fare condizionare dal prezzo, più basso di altri modelli, non hanno niente di meno di certe scarpe in mercato con 30-40 euro in più!

Compra le Response, se poi deciderai di correre con maggiore frequenza (dipende anche dal tuo lavoro ho letto) e i chilometri aumenteranno poi vedremo cosa poter utilizzare.

Un passo alla volta, mai di fretta e sempre ben consigliato dal tuo buon senso!
Così si avanti nel difficile sport che è la corsa.
Buoni allenamenti!

Anonimo ha detto...

Ciao Filippo,
ovviamente ti scrivo per chiederti un consiglio. Peso circa 73kg, corro da circa 1 anno ed i miei tempi sulla mezza maratona sono di circa 1h36m / 1h39m. Ho corso una sola maratona eh ho fatto 3h59m. Mi alleno 2 o 3 volte alla settimana con distanza variabili tra i 10/15km ed i 30/32km. Ho iniziato con delle supernova glide 2 e mi sono trovato bene, poi ho provato a passare a delle Mizuno ma spesso avverto dolori alla pianta del piede ed ai pollici. Vorrei tornare su Adidas, dici che le Response Cushion possono fare al caso mio?
grazie per l'attenzione ed in bocca al lupo per un 2011 ricco di soddisfazioni.
Max

Filippo Lo Piccolo ha detto...

Ciao Max.
Grazie a te per avermi chiesto così gentilmente un consiglio.

Pesi 73 Kg, ma quanto sei alto?
Dipende e tanto, non trovi?

Allenandoti 2-3 volte a settimana devo dire che già ti destreggi bene in gara, in Maratona pecchi qualcosina rispetto alla mezza ma se vuoi uscirne bene dovresti correre almeno 5 volte a settimana.
E poi l'esordio serve a scoprire se la distanza è adatta a te, è sempre così!

Le Supernova Glide 3 (il nuovo modello di poco differente dalle "2", tomaia più morbida) sono scarpe tecnicamente più protettive della Response alla lunga.

Se corri molto su asfalto... meglio le Supernova Glide!

Se decidessi di aumentare la tua frequenza di allenamenti ti consiglio di continuare a correre con le Supernova G.
Rafforzo questo consiglio dato che ti piacciono le uscite da 32 Km, quelle che possono portare quei problemi alla pianta del piede ed all'alluce.

Il problema dell'alluce ce l'ho anche io quando corro tanti Km a ritmo gara, è spesso dovuto a rigidità muscolare al tibiale e caviglia, devi esercitarti la sera con una pallina da tennis sotto il piede e massaggiarlo per qualche minuto.
Con delle piccole biglie invece esercitare le dita del piede e gli alluci... magari quando ti rilassi alla TV!

Ovvio che la scarpa fa tutto il resto, a me capita con le A1 ma quelle sono scarpe estreme.
Le Response offrono reattività aggiuntiva che la Supernova Glide ovviamente non possiede, potrebbe essere la tua scarpa da Maratona se ti decidessi di correre con maggiore frequenza come detto, ma per ora meglio le Supernova G.

Ti confesso che tutt'oggi preferisco correre anche io con le Supernova Glide che con le Response... qualche grammo in più ma una sicurezza sull'asfalto maggiore!

davide ha detto...

Ciao Filippo , Grazie di cuore per esserti interessato al mio post e per avermi dato i preziosi consigli che seguiro' senza dubbio.
Ti aggiornero'sicuramente su come mi trovero' con le RESPONSE C. 19.
Un salutone
A presto
Davide da Torino.

Filippo Lo Piccolo ha detto...

Ciao Davide, chiedi quando vuoi, se posso... ti darò una mano!

Anonimo ha detto...

Hai ragione Filippo, non ti ho scritto l'altezza (circa 183 cm), ma nemmeno che mi sto allenando per la maratona di Roma....
Grazie per i preziosi consigli, ne farò tesoro!
Max

Filippo Lo Piccolo ha detto...

Ciao Max, visto che il dubbio c'era?
Sei un tipo longilineo, lo immaginavo visto i tuoi tempi nella mezza davvero niente male!

Se stai preparando la Maratona di Roma ti auguro di fare il tuo PB ma attento al percorso che qualche insidia può riservarlo, specie a metà gara quando ti ritroverai a fronteggiare molti tratti in sanpietrino e diverse curve secche.

Roma l'ho corsa due volte e ne vale la pena... tantissimo!!!

E ti confermo che le Supernova Glide 3, specie se non hai un piede esagerato come il mio :-) saranno l'ideale per la tua gara, andiamo sul sicuro!

Ricordo sempre che nel 2009 (la mia prima New York City Marathon) il secondo atleta italiano (io fui terzo) corse con le Adidas Supernova Glide 2!

Anonimo ha detto...

Ok, mi hai quasi convinto sulle Glide 3 ;-)
il n°45 abbondante è un piede esagerato...?
Max

Filippo Lo Piccolo ha detto...

Max, ti batto e con distacco, io porto il 46 e 2/3 di Adidas.
Sfido chiunque ad avere un piede più lungo del mio ;-)
A dire il vero le nuove generazioni mi fanno sentire un bassotto quasi...

NEW YORK CITY MARATHON 2010 (Foto Podisti.net)

NEW YORK CITY MARATHON 2010 (Foto Podisti.net)
PRONTI A PARTIRE...