41° New York City Marathon - 20° Posto Assoluto - 1° Europeo

41° New York City Marathon - 20° Posto Assoluto - 1° Europeo
Un Sogno Ad Occhi Aperti...

sabato 27 giugno 2015

Il Solitario

Il Solitario di solito non frequenta l'ambiente dello Stadio, semmai lo sfiora correndo il più leggero possibile attorno all'anello e presto va, il saluto è per tutti ma la chiacchera non fa per lui.

Negli ultimi tempi il Solitario ha dovuto lottare con avverse vicissitudini, spesso fermo per infortuni, ha faticato per riprendersi ma i troppi impegni lo hanno privato di appuntamenti ad orari che ormai sono ricordi di ventenne quando di lavoro non ce n'era, ancora...

Il Solitario adora correre da solo il lungo lento, imposta il ritmo sin da subito, preferisce correre in progressione o prendersi una pausa se stanco dall'allenamento estenuante del giorno precedente, spesso contornato da ripetute a doppia cifra o doppio chilometraggio.
Il lungo molto spesso è il suo cavallo di battaglia, il termometro del suo stato di forma e capita spesso di correrlo più forte che in compagnia, appunto, in solitario, a briglie sciolte.

Il Solitario va dove gli pare, passa da casa a Mondello e da Mondello a casa con una tale facilità che i posti che conosce più assiduamente sono i percorsi del Parco della Favorita che, insieme allo Stadio, rappresentano il suo rifugio dallo stress.
Non è facile respirare aria pura, lo è di più al mattino, ma ad ogni ora poter correre è un regalo destinato dall'alto dei cieli.

Il Solitario non capisce il significato della mondanità e dello svago giovanile inteso come relax, che per il 99,9999% delle persone rappresenta il radunarsi per i viottoli del Centro storico della Città e parlottare tutti appiccicati unitamente ad un rumore assordante di musica, magari all'impiedi e sorseggiando un cocktail.
La restante parte di quella percentuale ed unico nel suo genere, appartiene a chi, come il Solitario, se ne scapperebbe e di corsa da questi posti, tanto per cambiare, ed ovviamente non capisce il senso di tutto ciò.
Relax per lui è ben altro, ma stranamente collegato alla fatica.
Ma solo un Runner può ben capire...

Il Solitario può essere critico con se stesso, può lamentarsi con se stesso ed essere sempre insoddisfatto.
E' nella sua indole pretendere di più, qualcosa, ma in fondo sa bene quanto vale e quanti ricordi gli hanno donato quelle scarpe multicolori che indossa, rigorosamente a Tre Strisce, fedeli compagne d'avventure in ogni dove.

Il Solitario odia pregare il prossimo, alle volte è schivo, forse troppo ed è per questo che non ha ottenuto di più.
Avrebbe potuto essere coinvolgente, creare una fila di pretendenti in bicicletta che seguissero i suoi allenamenti, sarebbe stato essenziale, ma a dir la verità al Solitario non piace chiedere favori.
Poche biciclette al suo fianco ed un unico, inimitabile motorino ronzante, quello del Coach.

Il Solitario se lo vedi in compagnia è perchè ama condividere la propria passione con gli altri e, perchè no, dare al prossimo una possibilità di ritoccare un suo Personale.
Il Solitario ha aiutato molte persone negli ultimi anni a migliorare tanti Primati Personali e lui invece non è riuscito per svariati motivi, ma non per questo è meno felice, anzi lo è di più.

Il Solitario ha fatto la sua gavetta, ha incontrato mille mila persone grazie al Running, sport molto Social, ha cambiato il suo carattere che resta sempre schivo ma più aperto di un tempo.
Eppure la gente importante davvero continua a contarla sulla punta delle dita di una mano... facciamo due!

Il Solitario deve tanto al suo sport, parabola di vita, di lotta continua, di apprezzamento di ogni singolo secondo che passa, che aiuta a tenere alto il morale e lotta contro le iniquità che la Società impone.
Non è uno stile di vita, è un modo sano di interpretarla la vita.
Il tasto di "Reset" lo preme correndo e lo preme tutti i giorni.

Il Solitario un bel giorno ha incontrato una persona importante.
Da oggi Filippo tanto Solitario non lo sarà più...

6 commenti:

feliperun ha detto...

Bravo!

http://blog.libero.it/corsaytango/13231598.html

andrea dugato ha detto...

sono molto contento per te, spero che questa persona importante sia quella giusta per trovare il tuo equilibrio.

Luca Vittorio Veneto ha detto...

Che bel Post amico mio... Vi auguro tanta,tanta,tanta Felicità!!!

Filippo Lo Piccolo ha detto...

Felipe, ho letto solo ora il tuo post, ringrazio te per la tua bella amicizia piena di valori e storie da raccontare anche con le piccole e ordinarie cose :-)

Filippo Lo Piccolo ha detto...

Ciao Andrea, grazie per avermi letto e per aver lasciato il tuo gentile commento.
Sarà un nuovo inizio, un percorso da correre insieme ed un nuovo equilibrio per me, quello cercato da circa un anno.
E finalmente, spero di trovare la serenità che ti fa andare oltre le tue capacità fisiche :-)

Filippo Lo Piccolo ha detto...

Caro Luca, felicissimi di essere tuoi amici e di aver vissuto belle avventure quest'anno.
Vorrei avervi sempre vicino...

NEW YORK CITY MARATHON 2010 (Foto Podisti.net)

NEW YORK CITY MARATHON 2010 (Foto Podisti.net)
PRONTI A PARTIRE...